Le Interfacce Conversazionali sono il nuovo Canale

/, Vidiemme/Le Interfacce Conversazionali sono il nuovo Canale

Le Interfacce Conversazionali sono il nuovo Canale

By | 2018-03-12T10:08:46+00:00 febbraio 26th, 2018|Categories: Chatbot & AI, Vidiemme|Tags: , , |

Sin da quando è nata, Vidiemme ha avuto l’innovazione come punto fondamentale della sua strategia. Questo le ha permesso di essere Technology Advisor e Early Adopter di numerose nuove tecnologie, anche grazie a VDM Labs, la subsidiary a San Francisco.

L’innovazione è un concetto che cambia nel tempo, molto spesso con una rapidità tale per cui è necessaria coglierla subito per non rimanere indietro e adottare una tecnologia ormai obsoleta o non in grado di creare quel vantaggio competitivo sperato.

Se una decina di anni fa parlando di innovazione ci si riferiva alle applicazioni mobile, oggi non si può non pensare alle Interfacce Conversazionali.

Meglio conosciute come Chatbot, le Interfacce Conversazionali sono il nuovo canale, il touch point che i Brand devono adottare per comunicare con i propri consumatori ma anche per poter gestire meglio alcuni processi interni all’Azienda.

 

 

 

 

Con questi Assistenti Virtuali dotati di Intelligenza Artificiale è possibile conversare sia tramite messaggi scritti che vocali o entrambi. Sono un touch point fondamentale soprattutto in ottica di Customer Care, ma anche molto utilizzati nel Recruitment, che possono essere integrati su piattaforme di messaggistica già esistenti, come Facebook Messenger, sul sito Internet dell’Azienda o all’interno di applicazioni.

Per garantirsi un vantaggio competitivo sulla concorrenza e offrire un servizio migliore al proprio target di riferimento, tutte le Aziende dovrebbero da oggi pensare di integrare all’interno dei loro canali questa nuova soluzione.

La loro crescente importanza ha portato Vidiemme ha creare al proprio interno anche una Business Unit dedicata allo sviluppo delle Interfacce Conversazionale. Le competenze di getAI! nello sviluppo dei Virtual Assistant saranno messe a disposizione delle startup partecipanti al progetto di B Heroes, per aiutarle sin da subito a costruire una strategia che includa al suo interno la tecnologia del futuro.

About the Author: